Laura Francesconi e Virgilio Zuddas i fotografi sardi al MArteLive

Il 10 giugno all’Exmà di Cagliari si sono esibiti gli artisti finalisti per la regione Sardegna del MArteLive: i vincitori delle rispettive categorie accederanno alla finale nazionale prevista per Settembre a Roma.

In questi giorni annunceremo i finalisti di ogni sezione.

Continuiamo con la fotografia. Vista la qualità dei lavori esposti lo staff MArteLive e la direzione artistica de L'Aquilone di Viviana hanno deciso di premiare due artisti invece che uno: Laura Francesconi e Virgilio Zuddas sono i vincitori della sezione.

laura francesconiLaura Francesconi, 32 anni, si dedica al reportage fotografico e alla fotografia di matrimonio.

Il suo progetto “Vita da cassintegrati” vuole raccontare la vita di uomini e donne che, dopo anni di lavoro, si ritrovano a non avere un’occupazione, attraverso un dittico che rappresenti il loro vecchio lavoro e ciò che fanno adesso, nella loro vita attuale.

 

 

 

Virgilio Zuddas, nato in Germania nel 1981, ha presentato “Simmetrie urbane”,un'indaginefoto virgilio zuddas sullo spaziourbano realizzata attraverso la ricerca della figura geometrica del quadrato come matrice architettonica.

La Biennale MArteLive 2014 si svolgerà dal 23 al 28 settembre e coinvolgerà tutta la città di Roma e alcuni paesi del Lazio per sei giorni e sei notti a giugnoin 43 location differenti e vedrà la partecipazione di  oltre  900 artisti tra “guest” ed emergenti delle varie discipline, selezionati attraverso il concorso in ogni regione d’Italia. Sono previsti circa 300 spettacoli tra concerti, performance, rappresentazioni teatrali e di danza, proiezioni, installazioni, reading, street art e dj set nelle periferie, videomapping di monumenti e altro in perfetto stile MArteLive.

Non resta che attendere i nomi degli altri finalisti regionali e prepararsi al grande evento di settembre.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.