Marco Parente live a Firenze per ArtisanArt Mon Amour

Domenica 17 giugno BAR DEANNA, Piazza della Stazione 52/55R - FIRENZE (Santa Maria Novella ore 14:00/23:00

Domenica 17 giugno torna al Bar Deanna ArtisanArt Mon Amour: un evento dedicato alle più diverse manifestazioni artistiche che questa volta mette insieme musica, artigianato, enogastronomia e spettacoli circensi. L’evento avrà inizio alle 14:00 con l’apertura della mostra mercato nel dehor del locale dove, oltre alle esposizioni di artigianato artistico, sarà possibile assistere a diversi spettacoli circensi. Ad incantare gli spettatori saranno: Giulivo Clown, Circolabili e Andrea Karma. 
Al piano superiore del locale, dalle 14:00 alle 23:00 esporrà “MercurioArgento” di Giulia Pistolesi, con la mostra di oggettistica “Metallo Nobile”.
Dalle 18:00 all’esterno e all’interno del locale MadCut, marchio d’abbigliamento di Silvia Arduino e Cinzia dell’Olmo, presenta “Sea Breeze”, la collezione estiva di MAdCut dedicata al mondo marino
Ad avvolgere l’evento, come di consueto dalle 19:00, i sapori intensi delle degustazioni firmate Tuscany Corner e per il Gran Final un ospite d’eccezione: fino a tarda sera il concerto di chiusura di Marco Parente, songwriter di origine napoletana, che proporrà al pubblico fiorentino i brani del suo ultimo lavoro “La Riproduzione dei Fiori”.

Biografia
Marco Parente nasce a Napoli nel 1969 e si trasferisce a Firenze, dove tuttora vive, all’inizio degli anni ’90.
E' uno dei songwriter più brillanti e inafferrabili del panorama contemporaneo italiano. Attivo dal 1997, ha pubblicato sei dischi di studio, un live e un doppio DVD che hanno messo in evidenza volontà di rompere gli schemi, coerenza alla propria visione stilistica in perenne mutamento e accurata ricerca sonora e testuale. 
Senza dimenticare l'innata predisposizione al confronto - basta ricordare collaborazioni con Stefano Bollani, Carmen Consoli, La Crus, Cristina Donà, Paolo Benvegnù, Manuel Agnelli, affermati poeti internazionali quali Lawrence Ferlinghetti, Ed Sanders, Anne Waldman, John Giorno, Alejandro Jodorowsky - e l'apprezzamento ricevuto da un mostro sacro come l'ex-Talking Heads David Byrne che lo premia inserendolo nella playlist della sua personale web-radio.

A Marzo 2011, il marziano della musica italiana torna con un nuovo disco che già dal singolo “La riproduzione dei fiori”, rimette tutto in discussione e spiazza ancora una volta, con l'invito a viver bene, relegando il dolore a una moda fuori moda, giocando con Baudelaire e il suo 'Mal di fiori'.
Lo stesso fa con i suoni, li spoglia fino all'ultima nota, fino a levigare tutti i vecchi spigoli nell'armadio, lasciando così solo l'indispensabile ad accompagnare queste "canzoni allo stato puro", che più che belle fotografie sembrano essere delle bellissime radiografie.
Uscito per la struttura indipendente Woland, il nuovo album “La riproduzione dei fiori” arriva all'ascoltatore in maniera diretta, facendo germogliare musiche cristalline ed essenziali, atmosfere policrome e parole che si stampano in testa con estrema spontaneità.
Da segnalare, il contributo speciale di Robert Kirby, storico arrangiatore d'archi di Nick Drake.


http://www.marcoparente.it/
https://www.facebook.com/MarcoParenteUfficiale

logo martecard

La tessera associativa che da accesso a tutto l'univeso MArteLive. Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.