Stampa questa pagina
Domenica, 13 Luglio 2008 14:35

AMNESIA_ Reverse

Scritto da Maria Logroio
Vota questo articolo
(0 Voti)
CD MUSICA- “Reverse” che vuol dire “capovolto” racchiude nel nome proprio la tecnica musicale utilizzata: “l’inversione, basata sull’esecuzione a ritroso di una data frase musicale”, come testimoniato dalla Ultramondo Promotion.
Questo album si presenta come fosse un “continuum” musicale, come se i brani fossero tanti aspetti, sfaccettature di un unico iter, confermando pienamente il suo genere “elektro-noise”.
Effetti elettronici infatti -e non solo- caratterizzano la base musicale che funge da accompagnamento alla singolare voce di Valentina Ciampalini.

Una voce che a tratti spezza questa armonia e, a tratti si fonde e s’intreccia con essa, districandosi tra Tullio Giusi alla batteria, Riccardo Cisana alla chitarra, Nicola Morandini al basso e Valerio Ragazzini compositore e tastiere/ programming.
In realtà le “voci” dei singoli strumenti non emergono nella loro individualità, ma nell’insieme generano ritmi particolari, scanditi nei tempi da nuove forme di tecnologia e arrangiamento ed editing computerizzato.
Gli effetti sonori di questo album proiettano in un’altra dimensione e le doppie voci –quasi robotiche- amplificano l’effetto surreale.

E forse non è un caso che anche le parole dei testi, pur parlando di emozioni e sentimenti profondi non idealizzano, né celebrano o esaltano l’amore. Trattano il “reverse” di questi sentimenti, in maniera -appunto inversa- distaccata e contraddittoria rispetto a ciò che normalmente è, o si pensa che sia.
Come in “Aria meccanica” parole contraddittorie si fondono rendendo chiaro l’effetto comunicativo e il senso. O ancora in “Cuori di gomma”, un titolo che non lascia intravedere ambiguità. Anche musicalmente parlando, si esprime il dolce frastuono di un “cuore di gomma”, emozionalmente fatiscente. O ancora “Lamette”: un modo come un altro per distanziarsi da eventuali ricordi pericolosi.

Questo e altro ancora racchiude questo album, prodotto al Solid Groove, studio di Bergamo con Massimo Numa come co-produttore artistico e co-arrangiatore. Una musica che mette in moto impulsi cerebrali e immaginazione, risultando coinvolgente in un modo molto particolare.
Letto 8251 volte Ultima modifica il Martedì, 14 Aprile 2009 14:27

Articoli correlati (da tag)