Visualizza articoli per tag: martelive

Giovedì, 21 Febbraio 2008 20:07

'a Munnezza

‘A Munnezza! Di questo parliamo in questa settimana. Come mai una rivista d’arte che parla di argomenti tanto scabrosi. Non è solo uno dei temi forti di attualità più stringente ma riguarda, purtroppo, la vita quotidiana delle persone.
Come consuetudine, però, non è certo attraverso la cronaca quotidiana che affronteremo questo tema.
Cercheremo di scoprire se e come i valorizzatori o “termovalorizzatori artistici” siano impegnati a riciclare ‘a munnezza. Non mancano gli esempi, come riporta l’articolo di Federica Cardia, nella storia che hanno visto l’arte smontata, riproposta e riciclata proprio come succede nel campo reale.
Pubblicato in Editoriali
Lunedì, 31 Marzo 2008 14:34

La seduzione secondo uno "zio siciliano"

Stavolta volevo restare in tema. Anche perché la seduzione è appassionante e ce ne sarebbero di cose da dire…
Per offrire un contributo originale, dato che gli altri articoli trattano l'argomento ampiamente e in maniera certo migliore di quello che state per leggere, ho pensato, approfittando
anche degli spostamenti pasquali, di intervistare un mio vecchio zio "siculo-siciliano" per chiedere a lui qualcosa sul tema “seduzione”.
È un uomo di mondo, ha attraversato due secoli e le ha viste veramente tutte, magari a noi giovani in balia della modernità, una mano ce la può dare…
Pubblicato in Interviste
Martedì, 11 Marzo 2008 14:11

Manuel Gordiani e la sua visione N(D)ella rete

Per questa puntata tutta dedicata al nuovo che avanza e che ben avanza nella rete ho pensato che sarebbe stato meglio scegliere al posto delle parole di artisti già famosi, quelle di un artista emergente che peraltro, da poco ha pensato a come cambiare drasticamente il suo rapporto con la musica, passando proprio dal web. Lui è Manuel Gordiani, cantautore che non vuol essere chiamato cantautore, polistrumentista, uomo dotato di grande profondità nonché di una voce davvero stupenda.
Pubblicato in Interviste
Sabato, 01 Marzo 2008 12:09

Piccole collusioni che ti cambiano la vita...

Celeste Brancato ci racconta se stessa e il suo ultimo spettacolo Rotta di Collusione
Piccola, elementare, nazionalpopolare come Alice, il personaggio protagonista del monologo Rotta di Collusione? Niente di tutto questo è Celeste Brancato: siciliana doc, passionale, lunatica e decisa che in questa intervista racconta se stessa, il successo del suo ultimo spettacolo e il rapporto tra l'essere attore e la scrittura. Ogni commento in più sarebbe superfluo... lasciamo la parola a Celeste Brancato.
Pubblicato in Interviste
Giovedì, 31 Gennaio 2008 22:45

Le Cravatte di Molly

Ho sempre amato le cravatte. Compostezza, eleganza, fantasia, serietà, erotismo. Ma come tanti esseri umani ho avuto seri problemi con il nodo. Sarà il timore di essere stretto al collo da un sistema sociale al quale non voglio o faccio finta di non appartenere, oppure per semplice pigrizia. Eppure esistono ben 85 nodi diversi, dei quali il sottoscritto non conoscerà mai le misteriose alchimie fisiche. Abbiamo intervistato una promettente creatrice di colli stravaganti, Sara Lazzaro, che in una notte buia e tempestosa ha deciso di intraprendere la via dell’arte.

Pubblicato in Interviste
Giovedì, 03 Aprile 2008 01:00

Moleskin_ Penelope

CD MUSICA- Il nome del gruppo richiama immediatamente il leggendario taccuino che ha custodito schizzi, storie e suggestioni prima che diventassero immagini o frasi di opere famose. Sì, certo… manca la vocale finale, ma mi piace pensare ai Moleskin come un gruppo semplice e lineare, proprio come quel taccuino nero: essenziale nelle forme, ma dai contenuti spesso preziosi e privati. I Moleskin chiedono permesso con un disco intitolato “Penelope”, copertina verde e grafica essenziale, quasi a voler accostarsi al pubblico senza prepotenza, alla ricerca di qualcosa di bello ma non per forza graffiante.
Pubblicato in Recensioni
Martedì, 01 Aprile 2008 11:47

Pane_ Testamento

CD MUSICA- Da quando in Italia è finito il mercato nero e le ristrettezze del periodo bellico, non era mai successo che col pane ci facessero pure i dischi, ecco perché il vinile è finito in soffitta.
La gente riesce con un po’ di sforzo a non rimpiangere più quel plasticume forse proprio perché i repubblicani, forti della nuova Costituzione, dai tempi del boom non ci hanno fatto mancare il pane ed i giochi circensi, laddove per circensi si intendono quei caroselli che si consumano in parlamento quando crolla anticipatamente una legislatura e che ci fanno pensare: “E’ proprio vero, Tutta la dolcezza ai vermi!”.
Pubblicato in Recensioni
Martedì, 18 Marzo 2008 13:41

Amèlie Nothomb, Nè di Eva nè di Adamo

LIBRI- Accade talvolta, fra coloro che praticano il mestiere della narrazione, di cedere all’istintuale pulsione di servirsi della propria storia per appagare l’esigenza di raccontarne una. In questi casi l’esito è quanto mai incerto, e l’effetto altrettanto rischioso: nondimeno capita che il reale dipanarsi degli eventi si carichi di una valenza romanzesca tale, che il solo avvalersi della testimonianza di qualsiasi
furor poetico, lungi dall’apparire un patetico cedimento alla memoria, si impone come il naturale corrispondere alla vanità dell’arte. Non nuova a questo esercizio, Amélie Nothomb anche per questa sua ultima pregevole opera rovista con mano compassata nell’errabondo bagaglio del suo vissuto.
Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 05 Marzo 2008 16:09

Fluxer_ L'Avvento

CD MUSICA- Premessa doverosa: il rap non è il mio genere, non l’ho mai ascoltato con la dovuta cura e non ho neppure un pezzo anche vagamente rap sul mio iPod. Ma, nonostante questo, lo considero un genere alto, il più delle volte difficile da portare avanti con dignità, pieno di influenze e di cultura, avvolto da uno spesso strato di elementi originali, di sapere, di storie sedimentate, di esperienze vissute e di stile personale. Tutti elementi che si uniscono alla musica, al ritmo e agli arrangiamenti e che attraverso gli incroci più svariati spesso danno luogo ad opere hip hop mature e raffinate.
Pubblicato in Recensioni

Ensemble dell’Orchestra d’Opera di Barcellona e del gruppo flamenco “El Duende"
Le luci si sono spente e la chitarra flamenca ha cominciato a suonare le sue note pizzicate. Silenzio in sala. Ogni brusio si è spento con le luci. La gente incuriosita ha cominciato ad osservare attentamente la scena. Ed io con loro dal mio posto privilegiato in terza fila.La chitarra ha assolto da subito la sua funzione di richiamo per gli altri strumenti: chitarra classica, violino soprano, violino basso, violoncello e pianoforte, e tutto ha avuto inizio in un crescendo emozionante di melodie e percussioni.

Pubblicato in Report Live
Pagina 148 di 160

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti