Domenica, 27 Dicembre 2009 12:39

Consigliato a...

Scritto da Diego Ciorra
Vota questo articolo
(0 Voti)
[STREAP-TEASE: FUMETTI MESSI A NUDO]

diegociorraUna delle cose più paradossali del crescere è accorgersi che in fondo non si è poi cresciuti così tanto… Prendete ad esempio le letterine di Natale…

All’epoca il mio sogno più grande era ricalcare le gesta dei saccenti Qui, Quo e Qua, e quindi ad ogni Natale chiedevo uno dei volumi della mitica serie dei manuali delle Giovani Marmotte, in cui si poteva trovare tutto lo scibile umano, da come fare nodi scorsoi degni di Popeye a come sopravvivere nel diserto imparando a distillare acqua da uno straccio.
Oggi, arrivato alla consapevolezza che non c’è nessun Santa Claus che legge le mie missive e arresomi all’evidenza che amici e parenti considerano disdicevole regalarmi fumetti, preferendo piuttosto comprarmi una radiosveglia a forma di mucca viola, so che la mia felicità dipende dal mio stesso portafoglio. Dunque, mettendo da parte ogni pudore, sto per rendere pubblica la mia personale letterina natalizia, sperando che le mie segnalazioni possano tramutarsi in consigli utili per i vostri regali fumettosi, o meglio ancora che qualcuno di voi fedeli lettori della rubrica, voglia farmi felice salvando il mio portafoglio dall’ennesimo travaglio di fine anno.

Iniziamo con un volume molto atteso da tutti i fan dell’epopea mutante Marvel: l’Omnibus degli xmen_onibusX Men di Chris Claremont, lo scrittore anglosassone che nel 1975 prese un titolo minore della Casa delle Idee e lo trasformò nel più grande fenomeno editoriale dei successivi 20 anni e oltre; in questo primo volume deluxe la Panini Comics ristampa la serie Uncanny X-Men a partire dalla fortunata seconda genesi, in cui Charles Xavier mette insieme un nuovo team per andare in soccorso della vecchia squadra di X-Men. In queste storie fanno il loro esordio Tempesta, Nightcrawler, Colosso e diventa protagonista assoluto Wolverine, il mutante artigliato dal passato misterioso.  E’ un volume consigliato a chi non ha mai letto queste storie, classiche ma innovative e tuttora godibilissime, grazie alla sapiente regia di Claremont, che seppe plasmare un microverso fitto di personaggi dalle personalità complesse e realistiche, di minacce che andavano dall’umano odio verso i diversi fino ad entità cosmiche dai poteri assoluti, come nella Saga di Fenice nera, uno dei più alti punti nella produzione superoistica della Marvel, e che è solo in parte compresa nella raccolta.

Non sarà molto in tema con i buoni sentimenti obbligatori in battle_royalequesto mese del calendario, ma un’altra serie che merita un’occhiatina è Battle Royale, peculiare manga ideato da Koshun Takami e di Masuyuki Taguchi, basato su un romanzo dello stesso Takami, che suscitò notevole clamore in Giappone, oltre a vendite eccezionali. Il motivo di tanto interesse nei confronti di questo titolo è facilmente spiegabile con una sintesi della trama: 30 bambini vengono rapiti da un’agenzia governativa e costretti ad un crudele gioco su un'isola nascosta, da cui potrà tornare vivo solo uno, dopo aver eliminato tutti gli altri! Al di là di interessanti similitudini con un capolavoro quali Il signore delle mosche di Golding, il racconto vuole spingere all’estremo la metafora dell’esasperata competitività dei tempi moderni, che ci costringono ad essere squali senza pietà nei confronti del prossimo. Discorso tanto più valido in Giappone, dove la società continua ad imporre standard insostenibili ai più fragili. Un manga consigliato innanzitutto a chi possiede lo stomaco forte per reggere le numerose scene di violenza che vengono presentate lasciando da parte ogni tono edulcorato, e poi a chi ha voglia di impegnarsi in una riflessione antropologica sui generis, sostenuta da un’elettrizzante atmosfera da thriller.

Tra volumi di lusso e serie manga piuttosto longeve, forse è il caso di concludere con un prodotto a portata di tasche più leggere: si dice che l'amicizia si vede nel momento del bisogno, quindi perché non regalare una lettura da bagno?
Toilet comics
, fumetti brevi e lunghi a seconda del bisogno, risponde appunto a tale esigenza toilet(fisiologica od artistica ?), raccogliendo un piccolo zibaldone di racconti disegnati, che durano lo spazio di... beh avete capito. Storie ironiche, drammatiche, poetiche o minimaliste realizzate da un folto gruppo di autori emergenti arruolati nella scuderia di 80144 Edizioni. Consigliato naturalmente a chi ha fatto dei servizi la sua privata sala lettura. Quanto impiegherete a leggerlo tutto dipende solo dal vostro metabolismo, ma il divertimento è assicurato, a più riprese. Facendo mio il motto della giovane case editrice, non posso che invitarvi a “slacciare le cinture e godervi la lettura”.

Diego Ciorra

Letto 6727 volte Ultima modifica il Domenica, 27 Dicembre 2009 19:13

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti