Giovedì, 24 Febbraio 2011 12:17

Sanremo 2011: stiamo uniti!

Scritto da Samantha Suriani
Vota questo articolo
(0 Voti)
[MUSICA]

SanremoSANREMO – La 61° edizione del Festival di Sanremo si è conclusa e porta via con sé tutte le polemiche che hanno fatto passare in secondo piano la gara e le sue canzoni.

Padrone di casa quest’anno Gianni Morandi che ha abbandonato la veste di cantante per tornare in quella di conduttore un po’ impacciato sul palco, ma in grado di mettere a proprio agio i cantanti in sanremo_650x435gara. Accompagnato da Belen Rodriguez che ha surclassato l’altra bellezza Elisabetta Canalis e dai due disturbatori Luca e Paolo che invece sono riusciti con il loro umorismo a divertire tutto il pubblico, nonché turbare i dirigenti RAI.
Edizione con meno ospiti rispetto alle precedenti: da ricordare il monologo di Roberto Benigni sull’esegesi dell’Inno d’Italia, le interviste improbabili come quella con Robert De Niro, la partecipazione poco riuscita dei Take That causa litigio Morandi-Robbie Williams ed il passaggio di testimone a Massimo Ranieri, che secondo indiscrezioni presenterà la prossima edizione.

Arriviamo però alla cosa più importante del Festival, ovvero le canzoni (o almeno dovrebbe essere così). Ancora non ci si spiega perché proprio quest’anno con la celebrazione dei 150 anni dall’Unità d’Italia, gli unici stacchetti che introducevano i cantanti sul palco erano di canzoni non italiane, ma poco serve starsi a scervellare sulle decisioni dell’organizzazione.
Per quanto riguarda i giovani quest’anno c’è stata molta varietà di generi, ma l’unico ad aver fatto piazza pulita di premi è stato Raphael Gualazzi, il meno giovane tra i giovani, poco disinvolto gualazzidurante le interviste e sul palco, ma in grado di incantare tutti al pianoforte. Vittoria meritata anche contro le polemiche sul televoto che davano come vincitrice la mascotte dei giovani, Micaela.
Altre polemiche ci sono state anche con Roberto Vecchioni che è riuscito a battere ugualmente i più temuti al televoto, ovvero i Modà ed Emma Marrone che avevano il sostegno di tutti i teenager, ed Albano, ripescato in extremis, che aveva il sostegno del pubblico più âgé, se così si può dire.
Luca Barbarossa e Raquel Del Rosario con il loro duetto e ritornello alla “trottolino amoroso dudù dadadà”, le stonature di Giusy Ferreri e Patty Pravo, il ritorno agli anni ‘60 con i La Crus, i plagi delle loro stesse canzoni di Max Pezzali e Franco Battiato (che accompagnava Luca Madonia), la novità Nathalie passata in secondo piano per alcune polemiche, le interpretazioni particolarmente arrabbiate delle due Anne, Oxa e Tatangelo, la canzone a mò di ninna nanna di Tricarico e quella un po’ spagnoleggiante di Van De Sfroos, ci hanno accompagnato per un’intera settimana ed ora cosa rimarrà di questo Festival? Quali canzoni verranno ricordate? Il totocanzone è aperto, al momento i dati Auditel hanno premiato l’edizione Sanremo 2011, ora bisognerà aspettare solamente i riscontri discografici, per tutto il resto per fortuna che esistono le radio!

Samantha Suriani

Letto 10878 volte Ultima modifica il Giovedì, 03 Marzo 2011 09:45

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti