Venerdì, 27 Febbraio 2009 22:03

Vestita di sangue: corto teatrale

Scritto da Emanuela Meschini
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un locale dall’atmosfera calda e amichevole, chiacchiere, risate, un’ottima cena e un bicchiere di buon vino. A un tratto, calano le luci, l’antico arco che sovrasta il bancone diventa la cornice di un palcoscenico… ed è subito teatro.
Siamo all’enoteca VI(ci)NO, nella caratteristica zona pedonale del Pigneto, a Roma, che organizza eventi culturali periodici di vario genere, come mostre e concerti, nonché la rassegna Teatro da VI(ci)NO per la quale il 24 febbraio scorso è stato presentato il corto teatrale Vestita di sangue, di e con Daria Mariotti e Linda Sessa.

In un breve ma davvero intenso quarto d’ora, le due giovani attrici sono riuscite mirabilmente a condensare e a trasmettere tutta la forza e la tragicità della storia di lady Macbeth, ripercorsa interpretando le due anime, pubblica e privata, di una donna che per troppo amore spinge il proprio uomo in un folle progetto di felicità e potere che trascinerà entrambi alla rovina.
Due volti, una sola donna, come un coro da teatro greco. E il rosso degli abiti sul fondo nero della scena infonde ulteriore forza al pathos delle loro parole, di incoraggiamento al delitto prima e di disperazione e colpa poi. Anche il dramma dello stesso Macbeth è portato sulla scena attraverso le parole della sua amata, che legge con ardore, furore e terrore le sue appassionate lettere.

"Abbiamo scelto lady Macbeth perché entrambe avevamo interpretato in teatro questo affascinante personaggio che ci aveva molto appassionato, restandoci in qualche modo attaccato addosso e nel cuore, ed abbiamo pensato di ripercorrerne la storia cercando di trasmettere al pubblico quella nostra stessa emozione" spiega Linda Sessa.

Ed è decisamente interessante e positiva questa iniziativa del Teatro da VI(ci)NO, che dimostra ancora una volta quanto il teatro possa regalare forti emozioni e momenti piacevoli anche in contesti molto diversi dal classico palcoscenico e in performance circoscritte nello spazio di pochissimi minuti, che riescono anzi, ad incantare e rapire perfino il pubblico più distratto e apparentemente disinteressato.

Letto 9535 volte Ultima modifica il Sabato, 11 Aprile 2009 19:17

Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti