I Gatti Mezzi vincono in Toscana

Tommaso Novi e Francesco Bottai ovvero i Gatti Mezzi, la band pisana che giovedi 15 a Prato si è aggiudicata la prima edizione toscana di Un Palco per Tutti che ha visto la partecipazione di oltre 30 gruppi provenienti da tutta la regione.

I GATTI MEZZI
Il duo pisano si forma nell’estate 2005 da un’interessante combinazione. Tommaso Novi e Francesco Bottai, due pisani di velli che a giro ce n’è rimasti poìni, ogni tanto pensano alla loro città con tale passione e attenzione da dedicargli parte del loro prezioso tempo. Nascono alcune rime, poi diventano sonetti, racconti e canzoni. Si parla di pisa e delle su’ genti, di tutto vello che i nonni c’hanno lasciato della loro esistenza pisana in eredità senza mai abbandonare una rilettura in chiave moderna delle stesse realtà e dinamiche che caratterizzano l’attuale gente pisana. Un giorno fra Francesco e Tommaso, già attivi musicisti del panorama pisano, avviene un fortunato scambio di idee. E un’altra sera, poco dopo, barcollando in un vicolo di ritorno da una locanda, si guardano attorno rendendosi conto che di gatti mézzi non ce ne sono. “Dove sono finiti i gatti mézzi? puzzà ci puzza ma di gatti ‘un ce n’è punti”. ” con tutto ver che la gente butta via anche ‘ gatti de’ violi son doventati buzzoni e colla puzza ar naso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti