Premio Speciale Turin Photo Festival

© MArteMagazine
© MArteMagazine

Il Premio Speciale Turin Photo Festival nella sezione fotografia di MArteLive 2010 va a Massimo Valicchia che sarà ospite dal 30 settembre al 3 novembre 2010.

{tab=Mostra}

MOSTRA: Aspettando di tornare a casa Massimo Valicchia
Eʼ dal 1975 che la popolazione Saharawi, oltre 200000 persone, vive in campi profughi vicino a Tindouf in Algeria. Aspetta di tornare a casa. Dal 1991 attende un referendum per riappropriarsi della propria terra occupata dal Marocco. Il Sahara Occidentale ad oggi è lʼunica parte dellʼAfrica a non essere stata decolonizzata.

Da oltre trenta anni la loro situazione sembra non giungere mai ad una risoluzione. Lo spettro della solitudine è palpabile. Nei campi la vita procede lenta, qui si vive in assenza di tutto, parte della sopravvivenza è garantita dagli aiuti umanitari. Eppure nellʼhammada algerino il popolo Saharawi è riuscito a dare vita ad unʼesperienza sociale unica nel suo genere. Il popolo non ha ceduto alla rassegnazione ma ha saputo organizzare un vero e proprio stato in esilio. Uno stato dove la presenza femminile è di vitale importanza e sopperisce allʼassenza degli uomini, lontani al fronte a difendere i territori liberati o a lavorare in Algeria o Spagna. Ho vissuto ospite di due famiglie nei campi di Smara e Dakhla ascoltando le loro difficoltà e speranze. La loro angoscia è di rimanere soli, isolati e dimenticati dal “mondo che conta”.

info@massimovalicchia.net
www.massimovalicchia.net

{tab=Biografia}

BIOGRAFIA

Sono nato a Roma il 28 ottobre del 1975. Dopo aver ottenuto la laurea in lettere e filosofia, presso l’università degli studi di Roma “La Sapienza”, inizio a collabo- rare con alcune riviste romane con articoli sulla musica e sulle nuove tecnologie. Grazie ad una regalo della mia ragazza, Arianna, nasce la passione fotografica. Pubblico alcune immagini con Giftware Review e Digital Camera Magazine.
Nel 2007 studio fotografia presso la Scuola Graffiti di Roma, diretta da Gianni Pinnizzotto, approfondendo il reportage sociale.
Nel 2009 pubblico alcuni scatti su Rinascita on Line, Patria Indipendente, Libera- zione e Io Donna. Su FotoUp e Witness Journal escono alcuni reportage realiz- zati in Italia e all’estero. In questo periodo sto realizzando un reportage sui territori palestinesi.
www.massimovalicchia.net è il mio sito web ufficiale.

{tab=Il Festival}

turin_photo_festival

Il Turin Photo Festival è alla sua terza edizione. Inaugurerà giovedì 30 settembre dalle 18.30 e chiuderà domenica 10 ottobre 2010. Quest’anno il Festival, con il Brasile paese ospite, sarà dedicato allo scomparso Franco Urani, che negli ultimi trenta anni della sua vita si è occupato ogni giorno, quasi esclusivamente, dello sviluppo dei bambini e delle famiglie della Favela di Vila Canoas a Rio de Janeiro.

Main location, come nel 2009, lo stesso suggestivo edificio dell’ex Manifattura Tabacchi, in corso Regio parco 134/H. Tre grandi sale allestite nuovamente con le lastre d’acciaio realizzate appositamente dalla BBAutoengineering.

I nostri sforzi si concentreranno qui con un grande allestimento che vedrà protagoniste immagini di grandi dimensioni di fotografi provenienti da Italia, Brasile e Grecia.

Sarà uno spettacolo suggestivo completato da una saletta lounge molto informale dove verranno proiettate immagini in dissolvenza con commento musicale.

Sarà presente uno stand della Galleria Photology di Milano che venderà libri di fotografia e cataloghi.

Tema conduttore del Festival “L’Invisibilità dell’Evidenza” che verrà sviluppato non solo con l’esposizione, ma anche con incontri, workshop, conferenze e proiezioni.

Al teatro di Rete7, sempre alle Manifatture ci saranno incontri con Lavazza sul backstage del Calendario, con Davide Faccioli di Photology (Milano) e Guido Costa (Torino). Proiezione e presentazione del lavoro antologico di Francesco Cito (due volte World Press Photo), una presentazione del lavoro di Antropologia Visuale di Milton Guran (antropologo dell’Università di Rio de Janeiro, anche anima e capo di FotoRio) e molto altro.

Anche CNA (Confederazione Nazionale Artigianato) darà il suo contributo al Festival con un incontro nella propria sede di Torino dedicato alla professione fotografica.

Il Brasile sarà il paese ospite d’onore con oltre dieci fotografi tra i più affermati e gli emergenti. Tra questi Milton Guran, Rogerio Reis, Guy Veloso, Luiz Frota, Gustavo Malhero, Maira Coelho, Fernanda Chemale, Pedro Estephan, Pedro Texeira.

In ambito brasiliano presenteremo anche gli scatti fotografici dei bambini dell’Associazione Para Ti di Vila Canoas a Rio de Janeiro.

Tra gli italiani, oltre al già citato Francesco Cito, ci saranno tra gli altri Francesco Cocco, Mauro Raffini, Federico Scoppa, Alessandra Dosselli.

Una seconda location, il Museo di Scienze Naturali Don Bosco di Viale Thovez 37, ospiterà da fine estate una interessante sezione dedicata alla fotografia subacquea: WaterWorld, con immagini del maestro incontrastato in Italia, Paolo Fossati. Inaugurazione giovedì 23 settembre dalle 18.30.

A tutto questo si andrà ad aggiungere una terza fantastica location, il Castello di Montaldo Torinese, che ospiterà lavori di fotografia concettuale. Inaugurerà pochi giorni dopo la ex Manifattura.

Ma sono molte altre le novità, che in parte verranno descritte nel programma sul nuovo sito www.turinphotofestival.com e  le sorprese, per le quali occorrerà invece attendere la fine di settembre e venire al Festival.

{/tabs}

martelive_valicchia 1
martelive_valicchia 2
martelive_valicchia 3
martelive_valicchia 4
martelive_valicchia 5
mostra massimo valicchia

massimo valicchia, sezione fotografia 2010, tourin photo festival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti