Vuoi organizzare MArteLive nella tua regione?

MArteLive è alla ricerca di un nuovo Nucleo Organizzativo per realizzare le finali regionali della BiennaleMArteLive

MArteLiveItalia ogni anno fa esibire ed esporre centinaia di artisti in tutta Italia! Siamo alla ricerca di operatori culturali, associazioni culturali, locali o spazi artistici che vogliano contribuire alla selezione dei migliori talenti che saranno protagonisti del più grande raduno artistico italiano del 2019: la BiennaleMartelive !

Se la vostra missione è promuovere l’arte e la cultura nel vostro territorio , se il marketing culturale e la produzione di eventi musicali, performativi o di arte visiva è la vostra passione, se vi sentite dei talent scout e il vostro impegno è già rivolto alla ricerca e promozione dei nuovi talenti emergenti,

questa è la vostra occasione!

L’Associazione Procult ti invita a partecipare in qualità di organizzatore di MArteLive Italia nella tua regione. MArteLive Italia è il nucleo centrale della Biennale MArteLive, il primo grande festival – concorso multidisciplinare che da oltre 15 anni a Roma continua a rivoluzionare il modo di concepire l’arte in Italia.

Vuoi distinguerti e far accadere qualcosa nel tuo territorio? Vuoi contribuire ad accrescere e migliorare la realtà in cui vivi? Allora passa dalle parole ai fatti diventando un nucleo organizzativo MArteLive. Ottenerne il riconoscimento è facile e ti darà la possibilità di poter usufruire di tutti i servizi e i vantaggi del mondo di MArteLive.

MArteLive è un concorso multiartistico, che premia ben 16 sezioni artistiche diverse, presente nelle maggiori città italiane e reduce dal grande successo della finale regionale svoltasi a dicembre 2018 e dalle passate edizioni della Biennale MArteLive.

La Biennale MArteLive 2019 (dal 3 all’8 dicembre 2019 a Roma) coinvolgerà giovani artisti emergenti in 16 diverse sezioni che si esibiranno in circa 300 spettacoli tra concerti, performance, rappresentazioni teatrali e di danza, proiezioni, installazioni e reading in perfetto stile MArteLive. Gli artisti del Festival saranno selezionati in tutta Italia per esporre le proprie opere o esibirsi con le proprie performance durante le singole finali regionali o di macro-area. Nell’ultima edizione, Biennale 2017, ci sono state circa 40 mila presenze per la prossima edizione puntiamo a 100 mila spettatori.

I vincitori delle finali regionali approderanno alla finale nazionale, la Biennale MArteLive, in una location esclusiva, scelta per l’occasione, entrando a far parte di uno degli eventi più interessanti nel panorama europeo dedicato alla promozione dell’arte emergente.

In breve il contest MArteLive prevede quattro fasi:

  1. Pre-selezione, tramite visione del materiale inviato (vedere Documentazione richiesta)
  2. Selezioni dal vivo e/o sul materiale
  3. Finali regionali o di macro-area (le macro-aree sono composte da più regioni), dal vivo e/o sul materiale
  4. Finale nazionale (Roma), inserita all’interno della Biennale MArteLive 2019

Quale sarà il ruolo fondamentale di ogni organizzazione:

  • Contribuire a realizzare il progetto MArteLive Italia per scoprire i migliori talenti che possano rappresentare la tua regione nel main event della Biennale MArteLive
  • Svolgere un’attenta attività di scouting rivolto ai giovani artisti presenti nel territorio regionale di competenza, che saranno selezionati attraverso le finali regionali.
  • Svolgere una profonda attività di promozione, programmazione e produzione del contest MArteLive sul proprio territorio.
  • Dovranno inoltre gestire e amministrare altre attività legate al MArteLiveSystem:

– produzione di spettacoli o progetti speciali legati alle Scuderie MArteLive (www.scuderiemartelive.it);

– gestione dei corsi di formazione promossi da FormazioneLive (www.formazionelive.eu);

– erogazione, vendita e gestione dei servizi legati a ScuderieMArteLive, Beta Produzioni e MArteLabel;

– gestione dei MArtePoint e relativa vendita di Card, merchandising e opere del MArteShop.

L’Associazione Procult fornisce tutti gli strumenti di lavoro necessari (piano di lavoro, siti, know how, struttura organizzativa centrale, comunicazione, e altro).

Cerchiamo NUCLEI ORGANIZZATIVI che siano già attivi nel territorio e che siano in grado di creare uno staff che possa selezionare artisti provenienti da diverse discipline artistiche, che vanno dalla musica alle arti performative fino alle arti visive, e che vogliano organizzare le selezioni live in locali o spazi dedicati all’arte da individuare insieme allo staff di Roma, che sarà di aiuto e di supporto in ogni fase del concorso regionale nonché nella realizzazione delle altre attività correlate al MArteLive System.

MArteLive permette di diventare l’organizzatore di un evento unico con il quale riuscire a far emergere le potenzialità artistiche del proprio territorio. Accrescere la propria professionalità e le proprie conoscenze sul mercato culturale italiano. Significa essere un vero e proprio braccio operativo del sistema artistico del territorio di appartenenza che porti eventi e progetti innovativi e complessi.

Il coinvolgimento di un nucleo organizzativo nella vostra regione vi porterà ad entrare in una grande rete di operatori culturali unica in Italia, che condivida i valori della valorizzazione dell’espressione creativa e dell’energia dinamica dell’arte in ogni sua forma, del sostegno alle giovani generazioni. Un vero e proprio trampolino di lancio per migliaia di giovani italiani emergenti e organizzatori di eventi.

Per aiutarti a conoscere quello che significhi organizzare un festival così complesso e articolato, Procult svolgerà un corso di formazione nella tua città, gratuito per te e per lo staff organizzativo!

Cosa aspettate?

Potete inviare le vostre candidature, allegando un Curriculum Vitae vostro o della vostra organizzazione, all’indirizzo della posta elettronica risorseumanemartelive@gmail.com specificando nell’oggetto dell’e-mail “CANDIDATURA ORGANIZZAZIONI MARTELIVE ITALIA”.

Arriva LAZIOSound e noi siamo partner!

Sei un musicista, hai meno di 35 anni e vivi nel Lazio? Fino al 15 marzo 2019 puoi partecipare a LAZIOSound: il nuovo programma con cui la Regione Lazio vuole sostenere i giovani talenti musicali residenti o domiciliati nel Lazio.
MArteLive è partner di questo nuovo progetto e insieme ad altre realtà del nostro territorio selezionerà le proposte migliori su RadioRock e con 5 eventi nei migliori locali di Roma!

Continua a leggere

MARTELIVE SEZIONE MUSICA PREMIA LA BAND ROMANA SUBBA AND THE ROOTS CON €15.000 PER ORGANIZZARE UN TOUR

Nell’ambito del BANDO Nuovo IMAIE ART. 7 L. 93/92 ANNO 2018, MArteLive premia la band romana Subba and The Roots € 15.000

 

Il 27 dicembre ad Atlantide Y è stata decretata la band vincitrice del premio Nuovo IMAIE: i Subba and the Roots.
Durante la serata sei band iscritte alla sezione musica del concorso MArteLive provenienti da tutta Italia si sono esibite durante la serata e sono state giudicate da una giuria d’eccezione composta di professionisti del settore.

I Subba and the Roots si sono aggiudicati € 15.000, che saranno utilizzati per organizzare il loro prossimo tour, che dovrà comprendere un numero minimo di otto date.

L’obiettivo comune di MArteLive e Nuovo IMAIE è quello di scoprire musicisti emergenti e promuoverli sulla scena musicale italiana, attraverso un tour curato nei minimi dettagli dal booking manager.

Subba and the Roots

Il progetto Subba and the Roots affonda le sue radici in una profonda e lunga amicizia che lega tutti i componenti. Negli anni, l’ambizione e l’energia hanno spinto i Subba su palchi sempre più importanti e a lavorare sempre più duramente.

Il primo disco, “BRINDA!”, fuori su tutte le piattaforme dal 05/10, attraversa vari generi spaziando dal blues al reggae ed è una raccolta dei brani più significativi dei Subba dal 2014. BRINDA! è il racconto di un percorso, che ha visto i Subba crescere, cambiare, migliorare. È il finale di una storia e l’inizio di una nuova. Brinda coi i Subba! è il motto che si sente strillare ai loro concerti, mentre con una birra in mano si balla e si canta a squarciagola “il sole chiama noi”, che invita alla condivisione e alla gioia di vivere.

Per partecipare al concorso MArteLive e alla Biennale MArteLive 2019 e vincere altri fantastici premi, le iscrizioni sono ancora aperte: https://concorso.martelive.it/musica

MArteLive colpisce ancora…

Sold out per l’anteprima e grande partecipazione per lo Spettacolo totale
250 artisti e 20 special guest del calibro di Antonio Rezza, Flavia Mastrella, Gio Evan, The Winstons e John De Leo hanno dato vita a MArteLive – Lo spettacolo totale, un evento che ha letteralmente sconvolto il pubblico romano con la sua originalità. Al Planet Live Club di Roma il 12, 13 e 14 dicembre si sono poste le basi per l’attesissimo evento che ci aspetta nel 2019: la BiennaleMArteLive.

Continua a leggere

MArteLive 2018 – il programma completo

Al Planet Live Club di Roma il 12 dicembre l’anteprima con i Leoni d’Oro alla carriera Antonio Rezza e Flavia Mastrella e il loro celebre spettacolo “Pitecus”. Il 13 e 14 dicembre la 2 giorni MArteLive che vedrà tra gli ospiti John De Leo con special guest Rita Marcotulli, Gio Evan, The Winstons feat. Rodrigo D’Erasmo special guest Morgan, Bunna (Africa Unite), Istituto Italiano di Cumbia e Gianluca Secco oltre a circa 250 artisti e 16 disclipline artistiche tra musica, teatro, danza, arte visiva, reading, artigianato artistico, cinema. 

Il 13 e 14 dicembre torna a Roma MArteLive – lo spettacolo totale: nelle sale del Planet Live Club (ex Alpheus – via del Commercio 36) la grande kermesse con oltre 250 artisti emergenti che si sfideranno nelle 16 discipline artistiche tra musica, teatro, danza, circo contemporaneo, pittura, fotografia, artigianato artistico, graficart, live painting e street-art, proiezioni, installazioni, reading e video-arte.
Tra gli ospiti, grandi nomi come John De Leo, Gio Evan, BUNNA (Africa Unite), The Winstons feat. Rodrigo D’Erasmo e special guest Morgan.

Continua a leggere

Anteprima MArteLive con PITECUS di Antonio Rezza e Flavia Mastrella

Pitecus 800x540PITECUS
di Flavia Mastrella Antonio Rezza con Antonio Rezza
Pria che l’uomo canti due volte e rinneghi il suo spirito libero, lì, a contatto di gallo, l’uomo alzerà gomito e cresta e cozzerà le sue basse ambizioni contro un soffitto di inutile speranza

 

con Antonio Rezza
quadri di scena Flavia Mastrella
(mai) scritto da Antonio Rezza
assistente alla creazione Massimo Camilli
disegno luci Daria Grispino
organizzazione generale Stefania Saltarelli macchinista Andrea Zanarini

Gidio è chiuso in casa, Fiorenzo, uomo limbo, sta male fisicamente; il professor Stella, videodittatore dipendente, mostra a migliaia di telespettatori alcuni malati terminali, un padre logorroico non si capacita dell’omosessualità del figlio; Saverio, disinvolto ed emancipato, prende la vita così come viene, cosciente del suo fascino fuggevole. Mirella prega intensamente le divinità per essere assunta alle poste, Roscio, di nome e di fatto, frequenta una nuova compagnia di amici che lo sbeffeggiano a tracotanza. La bella addormentata non prende sonno ed il re, stanco di fasce e capricci, tenta di asfissiare il corpicino bambino. Un giovane studente ha un rapporto conflittuale con la radiosveglia mentre mariti annoiati e lussuriosi vengono rapiti dal fascino indiscreto del solito Saverio, borghese che miete amori ed affitta sentimenti. Un nuovo dibattito a tinte fosche analizza il rapporto uomo-droga, un signore solo e mediocre adotta Fernando Rattazzi a distanza, due ragazzi restano a piedi e sfidano le leggi della sopportazione, uomini che tentano di godersi sprazzi di libertà ma, proprio perché a sprazzi, non la riconoscono più. Giovani handicappati incattiviti e solidali si scagliano contro creato e convinzioni, esseri senza ottimismo dividono il proprio corpo pur mantenendo intatto l’istinto luciferino.

Questi personaggi parlano un dialetto frastagliato e tronco, si muovono nervosetti, fanno capolino dalle fessure e dai buchi dei vasi di stoffa variopinti, i menti e le capoccette pensanti spuntano e si alternano dalle sete, dalle reti e dalla juta dando il senso di quartieri popolari affollati dove il gioco e la fantasia alzano il vessillo dell’incomprensione media. Il quadro di scena è la scenografia mista al costume, ogni storia ha il suo habitat, ogni personaggio un corpetto diverso e mortificato.

E’ uno spettacolo che analizza il rapporto tra l’uomo e le sue perversioni: laureati, 

sfaticati, giovani e disperati alla ricerca di un occasione che ne accresca le tasche e la fama, pluridecorati alla moralità che speculano sulle disgrazie altrui, vecchi in cerca di un’identità che li aiuti ad ammazzare il tempo prima che il tempo ammazzi loro, persone che tirano avanti una vita ormai abitudinaria, individui che vendono il proprio corpo in cambio di un benessere puramente materiale, esseri che viaggiano per arricchire competenze culturali esteriori e superficiali.

PITECUS racconta storie di tanti personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato: stracci di realtà si susseguono senza filo conduttore, sublimi cattiverie rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati. Non esistono rappresentazioni positive, ognuno si accontenta, tutti si sentono vittime, lavorano per nascondersi, comprano sentimenti e dignità, non amano, creano piattume e disservizio. ClientSource

I personaggi sono brutti somaticamente ed interiormente, sprigionano qualunquismo a pieni pori, sprofondano nell’anonimato ma, grazie al loro narcisismo, sono convinti di essere originali, contemporanei e, nei casi più sfacciati, avanguardisti. Parlano un dialetto misto, sono molto colorati, si muovono nervosi e, attraverso la recitazione, assumono forme mitiche e caricaturali, quasi fumettistiche.

EVENTO DOMINO #10: la danza è Made in Italy

Buio, countdown, luce. A Roma i riflettori si sono accesi sulla danza, protagonista del Gran Gala che sabato 24 novembre 2018 ha chiamato a raccolta tutti gli amanti della performance live, giunti a Spazio 900 per prendere parte alla decima edizione di Evento Domino, serata dedicata alle eccellenze della danza italiana nel mondo.

Sul palco pura energia: un susseguirsi di coreografie che, creando un movimento totale, hanno travolto il pubblico impedendogli di rimanere fermo.

Dieci le performance ad avvicendarsi sulla scena, ognuna portatrice di originalità, tutte accomunate dall’essere Made in Italy.

Dieci i coreografi di fama internazionale che in soli cinque minuti a disposizione hanno mostrato il proprio talento, riversandolo in progetti personali e inediti, sperimentando ogni genere di danza. Beatrice Alessi, Irma di Paola, Simone Ginanneschi, Silvia Marti, Laccio, N.ough, Luca Paoloni, Veronica Peparini, Francesco Saracino e Mattia Tuzzolino hanno presentato con sapiente esperienza la contemporaneità della danza italiana a cultori e non, toccando temi sociali, attraversando la quotidianità e approdando alla sperimentazione continua e insaziabile di un’arte che non si arresta, prendendo direzioni sempre nuove e differenti.

Dieci gli Evento Domino ideati dai danzatori e coreografi Irma di Paola, Adriano Bettinelli e Luca Paoloni, con la collaborazione della PR e art director Roberta Pitrone, al fine di valorizzare e supportare l’offerta coreografica italiana e creare una piattaforma per la danza, Effetto Domino, dedicata allo sviluppo e alla promozione di progetti artistici. Che tu sia Esercito, Marina, Marine Corps, Air Force o Guardia Costiera, siamo qui per prenderci cura di te e mostrare il nostro apprezzamento per il servizio che tu o i tuoi familiari avete dato a questo grande paese degli Stati Uniti. Quando fai acquisti di scatole ombre militari puoi contare su un buon servizio clienti e prodotti di alta qualità. Shadowboxly.com porta tutto il necessario per costruire la scatola delle ombre perfetta. Le nostre scatole ombra sono il regalo perfetto per commemorare te oi tuoi successi. scatole ombra militari

Fotografia, musica e DJ set i co-protagonisti della serata che ha registrato una grande affluenza di pubblico e la presenza di volti noti dello spettacolo.

 

Roberta Frenquelli

Buskers In Town 2018 a Roma (Centocelle)

La magia del busker torna a Centocelle
27, 28 e 29 SETTEMBRE L’ARTE DI STRADA ARRIVA IN PERIFERIA A ROMA tra giocolieri, acrobati, clown e teatro, danza e musica
Piazza dei Mirti e Piazza delle Gardenie
Ore 17 -19 laboratori di arte circense – Ore 21 inizio spettacoli 

Torna per il quinto anno consecutivo Buskers In Town, il primo festival buskers metropolitano che, dal 2017 si tiene nel quartiere Centocelle che per tre giorni diventerà un palcoscenico ideale per l’arte di strada in tutte le sue declinazioni.
Attraverso Buskers In Town lo spettatore vivrà un’esperienza magica e stimolante, accompagnato in un percorso sensoriale di spettacoli capace di coinvolgere ogni tipologia di pubblico, dagli adulti ai bambini senza distinzione, per tre giornate all’insegna della socialità.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Procult ed è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE

 

Buskers In Town è un Festival Buskers nato a Roma nel 2014 e organizzato dall’Associazione Culturale Procult con la direzione artistica di Peppe Casa che dallo scorso anno è diventato itinerante in diverse città Italiane. Buskers in Town è un format a disposizione dei piccoli centri storici italiani per realizzare uno spettacolo di qualità anche in contesti logisticamente difficili.

Buskers in Town si pone l’obiettivo di diventare un laboratorio permanente per l’arte di strada destinato a ripetersi negli anni nelle città dove sarà realizzato. Forte dell’esperienza maturata con i festival di TolfArte, Carpineto Romano Buskers Festival, Arte In Strada a Mirabello e grazie alla direzione artistica di ScuderieMArteLive, con Buskers in Town l’”arte DI strada” diventa “arte IN strada” evolvendosi grazie alla qualità e quantità artistica dell’offerta di spettacolo proposta, che può spaziare tra fire performance, danza e acrobatica, giocoleria, contorsionismo, equilibrismo, teatro e arti visive, sempre accompagnata dalla giusta musica da strada, dal cantautoriato al folk, dal popolare alla street band, a cui si aggiungono i laboratori didattici dedicati ai bambini, momenti di gioco e libera creatività studiati per stimolare la crescita, l’istinto e la personalità. fr.natashaescort.com

Sul sito www.buskersintown.it è in corso la call for artists per partecipare negli spazi off del festival mentre su www.martefundng.org è possibile sostenere economicamente la crescita del festival attraverso la campagna di crowdfunding.

Media partner dell’iniziativa: MArteMagazine, Centocelle Urban MAG

Per maggiori info:

www.buskersintown.it
www.facebook.com/buskersintown
twitter.com/hashtag/buskersintown
www.instagram.com/buskersintown


Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti